fbpx

Geranio Argentino (Geranium argenteum L.)

Descrizione

Il Geranio Argentino (Geranium argenteum L.) è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Gerianiaceaee cresce spontanea sui Monti Sibillini.

La presenza del Geranio Argentino nei Monti Sibilini, segnalato per la prima volta nell’800, non risultava confermata da diversi decenni fino al 2002 grazie da S. Servili, dell’Orso e Nobili.

Il Geranio Argentino è alto al massimo 15 cm, con le foglie a contorno circolare, divise in segmenti larghi 4-7 m, e rivestite da densi peli setosi di colore argentato. Il fiore ha 5 petali roseo-violetti larghi 7 mm e lunghi circa 14 mm.

Il geranio argentino è una pianta molto rara e adattata agli ambienti dell’alta montagna che predilige le rupi e i macereti, generalmente posti tra 1700 e 2200 m di quota. La fioritura è da luglio ad agosto.

Di origine molto antica questa specie è probabilmente sopravvissuta alle glaciazioni rifugiandosi, durante il quaternario, nelle aree montane risparmiate dall’avanzata dei ghiacci. Nell’Appennino centrale la presenza del geranio argentino è conosciuta solo per un unico sito, rinvenuto sui Monti Sibillini.

Nei Monti Sibillini è stata rinvenuta sul Monte Argentella a 2100 m di quota.

ATTENZIONE: ricordiamo che sui Monti Sibillini è assolutamente vietato raccogliere qualsiasi specie di fiori

 

SCARICA SUBITO IL NOSTRO EBOOK COMPELTO CON I FIORI DEI MONTI SIBILLINI

Info Box

Share This