San Ginesio> Chiesa di San Sebastiano e Museo Pinacoteca “Scipioni Gentili”

Descrizione

San Ginesio possiede una ricca collezione di quadri ed oggetti d’arte grazie alle leggi emanate dal Regno d’Italia nel 1861 che ordinarono di sopprimere tutti gli ordini e le corporazioni religiose. Il comune di conseguenza ereditò gran parte degli oggetti sacri e li riunì in un’ala dell’ex convento della Chiesa di San Francesco (oggi sede del Palazzo del Comune). Diventato troppo piccolo per l’alto numero di reperti si decise di trovare altra collocazione e quindi una parte di questi, vennero trasferiti nella Chiesa di San Sebastiano.

All’interno della Palazzo Comunale e della Chiesa di San Sebastiano che già nel 1564 risultava essere sconsacrata e destinata ad altro uso, dal 1972 è ospitato il Museo Scipione Gentili che prende il nome dal noto studioso rinascimentale ed interprete della lex romana pubblica e privata.

Nella Sezione Antica sono conservate numerose ed interessanti opere pittoriche databili tra il XV ed il XVII secolo.

Degni di pregio sono le tavole ed i dipinti di Stefano Folchetti, uno rappresenta la Madonna col Bambino, San Francesco e il Beato Liberato e l’altro Madonna col Bambino in trono e Santi, così come lo Sposalizio mistico di Santa Caterina d’Alessandria realizzato da Rodolfo di Domenico, detto il Ghirlandaio, una Madonna con Bambino e Santi di Vincenzo Pagani ed alcuni dipinti realizzati da Domenico Malpiedi. Ma l’opera sicuramente più importante è il Quadro di Sant’Andrea, conosciuto anche come Battaglia fra Ginesini e Fermani realizzato nel XV secolo da Nicola da Siena che rievoca un episodio leggendario legato alla storia della città: l’apparizione miracolosa di Sant’Andrea che permise ai Ginesini di resistere all’assedio dell’esercito fermano, nel 1377.

Una bella e ricca sezione è invece dedicata a reperti archeologici risalenti all’epoca picena (IV-V secolo a.C .) provenienti da ritrovamenti e scavi tra cui un elmo di tipo corinzio, pettorali, scudi, fibule e monili femminili come orecchini, collane e pendenti.

La Sezione Moderna comprende opere contemporanee, arredi sacri, antichi strumenti musicali e lavori eseguiti da Bartolini, Mannini, Ciarrocchi, Servolini oltre ad alcune sculture di Pirrone, Patrizi, Ricottini e Lucchetti.

Info Box

San Ginesio (MC)
Share This