Montegallo> Itinerario Monte Vettore da Santa Maria in Pantano

Descrizione

ATTENZIONE: A causa di una frana alle seguenti coordinate (42°50’40.0″N 13°17’11.4″E – Poco dopo la Fonte del Pastore), il sentiero NON è percorribile !!!

Ubicazione: Colle di Montegallo (AP)

Lunghezza del Percorso: circa 8 km (Andata e Ritorno)

Altitudine: da mt. 1.000 a 2.476 s.l.m. (+ 1431 / – 0 m)

Difficoltà del percorso: Impegnativo – Per Escursionisti Esperti

Durata del Percorso: 4-5 h circa (Salita) 3 h 30 min (Discesa)

Periodo Consigliato: da Maggio a Ottobre (in assenza di neve).

Itinerario: Dalla frazione di Colle di Montegallo il percorso sale in maniera pronunciata per circa 25 minuti attraverso una mulattiera ben visibile e priva di pericoli. Questo sentiero si incrocia con il “Sentiero dei Mietitori” nonché tappa del Grande Anello dei Sibillini che da Colle conduce al Colle Le Cese o Altino. All’intersezione, si deve prendere la destra e proseguendo per circa 10 minuti si incontra la Fonte Santa, dove potrete dissetarvi, e le indicazioni che vi condurranno, dopo altri 5 minuti, alla prestigiosa Chiesa di Santa Maria in Pantano.

Da qui, un sentiero posto alla sinistra della Chiesa, sale ripidamente e dopo circa 20-30 minuti di cammino, si deve evitare un bivio prima a sinistra ed uno dopo a destra. A tratti il sentiero appare poco visibile ed incerto pertanto consigliamo di rimanere alla sua sinistra e dopo una serie di svolte, si raggiunge la Fonte del Pastore o anche nominato “Stazzo” a circa 1500 mt. di quota. Qui sulla sinistra, si dovrà percorrere il sentiero su zone erbose non ben evidenti che continuano la salita fino alla pietraia originata dal sovrastante Monte Torrone. I tratti a volte salgono in maniera sostenuta alternandosi con punti più dolci attraversando il Fosso di Casale e quello di Colleluce a circa 2000 mt. di altezza ove si trova anche una vecchia fonte (non sempre in grado di emettere acqua).

Proseguendo il terreno di pietra lascia lo spazio ai manti erbosi, a volte anche alti ove anticamente erano dediti al pascolo, fino a giungere alla parte alta del Fosso di Colleluce dalla forma di imbuto. Dopo aver superato alcune salite a svolta si raggiunge finalmente la cresta che unisce l’estremità del Monte Vettore con il Pizzo a circa 2350 mt. Percorrendo il comodo sentiero sulla cresta, in circa 20 minuti, si giunge alla vetta estrema del Monte Vettore a 2476 mt.

Il paesaggio che vi appare è di una bellezza entusiasmante che ci affaccia fino all’Adriatico mostrando nitidamente il blu del mare e la vallata del Fluvione. Tutta la salita è caratterizzata da immensi ed ampi panorami che potranno arricchire pregevolmente il vostro archivio di fotografie.

L’ascesa è piuttosto impegnativa e bisogna fare una buona scorta di acqua, vista la difficoltà del tracciato e dei pochi punti per abbeverarsi. La discesa può essere effettuata sempre dal medesimo percorso.

Scarica il Percorso in .Pdf, .Kmz, .Gpx e .Zip:

Registrazione

  • Minimum length of 8 characters.
  • È obbligatorio accettare le condizioni sulla privacy per poter procedere con la registrazione. Consulta la nostra privacy policy

Login

Effettua il login per scaricare i File!
Non sei registrato? REGISTRATI ORA.

Accesso utente


SibilliniWeb.it fornisce le tracce GPS dei percorsi in forma gratuita. Potrebbero esserci delle discordanze rispetto al reale percorso pertanto, in nessun caso ci si deve affidare solo ed esclusibamente a dispositivi GPS. Tutte le tratte proposte si sviluppano su percorsi segnalati e/o con tracce evidenti del passaggio. SibilliniWeb.it declina ogni responsabilità per i danni che l’uso di tali dati possono arrecare. In caso di differenze sostanziali, potete segnalarci a mezzo email eventuali variazioni ed allegarci la vostra traccia registrata.
Ogni riproduzione del nostro materiale è consentita solo ed esclusivamente a seguito di richiesta scritta e ricezione di apposita autorizzazione da parte nostra.

Share This