fbpx

Arquata del Tronto> Borgo – Chiesa di San Salvatore (XV°sec.) ex Santa Maria della Pieve

Descrizione

L’attuale Chiesa di San Salvatore di Borgo d’Arquata sorge sulle rovine di quella che all’epoca era dedicata a Santa Maria del Piano chiamata anche Santa Maria della Pieve. Nel novembre del 1681 le venne cambiato il nome in Chiesa di San Salvatore in quanto, gli abitanti di Arquata del Tronto, riportarono nel loro paese un Crocifisso ligneo duecentesco trafugato dalla Chiesa di San Salvatore di Sotto di Ascoli (e tutt’oggi conservato nella Chiesa dell’Annunziata di Arquata).

A seguito dell’erosione del fiume Tronto e del terremoto del 1915 la chiesa crollò e venne riedificata solo nel 1928. Qui vi si celebra messa una sola volta all’anno in occasione della festa del Santissimo Crocifisso che, in processione, viene fin qui trasportato dalla chiesa dell’Annunziata di Arquata e il giorno successivo lì ricondotto.

Nelle immediate vicinanze della chiesa si trova l’Hospitale di Santo Spirito, riconoscibile dalla croce di Lorena scolpita sulla chiave di volta posta al vertice dell’arco di ingresso. Si tratta di un edificio che aveva il compito di dare assistenza e ricovero ai viandanti e ai pellegrini e, insieme alle tavole di Santo Spirito poste lungo la Via Salaria, offrire ristoro a poveri e viaggiatori. Apparteneva all’ordine religioso degli Ospitalieri di Santo Stefano di Sassia (fondato nel 1195 da Guido de Gaudio di Montpellier) che nel XIV sec. gestiva numerosi altri ricoveri in zona. Cessò le sue funzioni alla fine del 1500 e, rimaneggiato più volte, fu adibito a casolare agricolo ed infine abbandonato.

> Immagine dal sito www.arquatadeltronto.com

Info Box

Borgo di Arquata del Tronto (AP)
La mia posizione
Ottieni i Percorsi
Share This