Montefortino> Presentazione del Comune

Descrizione

Montefortino è un comune della provincia di Fermo situato nell’Appennino marchigiano a 638 mt. s.l.m. all’interno del territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Precisamente dista 116 km da Ancona, 39 km da Ascoli Piceno, 53 km da Fermo, 56 km dal casello autostradale di Pedaso, 202 km da Roma, 72 km da San Benedetto del Tronto, confinando con le vicine località di Amandola (FM), Bolognola (MC), Castelsantangelo sul Nera (MC), Comunanza (AP), Montemonaco (AP), Sarnano (MC), Ussita (MC). La sua posizione geografica, permette ai numerosi montefortinesi (i nativi di Montefortino) emigrati verso le città, di poter ritornare frequentemente durante l’anno.

Il suo territorio prevalentemente montuoso è circondato da massicci che creano un anfiteatro spettacolare, con cime che superano i 2.000 mt. come il Monte Priora o Pizzo della Regina con i suoi 2.332 mt., il Pizzo Berro alto 2.260 mt ed il Monte Sibilla alto 2.173 mt.

La sua superficie si estende per circa 78 km2 comprendendo le sue 46 piccole frazioni sparse: Acqua Gallo, Ambro, Arato, Baldoni, Bugione, Bussonico, Campodarte, Case Caretto, Cerretana, Cerretino, Cese di Montefortino, Chiurchiello, Colli, Collina, Col Martese, Cornacchioni, Cremore, Fiumate, Fossacieca, Incino, Lontignano, Martelletta, Montatteglia, Montazzolino, Monte Nuovo, Oto, Palombara, Peschiera, Piedivalle, Pippiete, Poggio, Pretattoni, Reame, Regattola, Ripavecchia, Rocca, Rovitolo, Rubbiano, Santa Lucia in Consilvano, Serra, Sossasso, Teglia, Tre Ponti, Valle, Vallisie, Vetice.

L’altitudine delle frazioni varia sensibilmente dal collinare abitato di Piedivalle situato a 600 mt. s.l.m. fino a salire verso la punta più alta a Rubbiano posto a 800 mt. s.l.m.

Il paesaggio circostante è vario con alte vette di roccia nuda calcarea che si alternano a foreste secolari di latifoglie e conifere, valli coltivate, praterie d’altura ed ampi balconi naturali dove sarà possibile ammirare splendidi panorami che sapranno regalarvi scorci di rara bellezza. Ampie e profonde gole sono percorse da ruscelli e torrenti che con le loro acque cristalline confluiscono nei fiumi Ambro e Tenna. Dalla sorgente di quest’ultimo viene imbottigliata l’acqua naturale minerale “Tinnea”, un’acqua che può avere effetti diuretici ed è indicata per le diete povere di sodio. Fin da sempre l’economia ed il sostentamento della popolazioni si sono basati sull’agricoltura, silvicoltura, pastorizia ed il taglio dei boschi.

Dal XVI sec., nel territorio di Montefortino, iniziò sempre più ad espandersi la coltivazione cerealicola, frazionando i terreni in poderi che venivano poi dati in gestione ai mezzadri. Su ogni singolo podere veniva edificata anche una casa colonica chiamata Casa Torre. Le Case Torri, che ancora oggi è possibile vedere un po’ su tutto il territorio di Montefortino, erano costituite da un piano terra adibito a stalla, da un primo piano dove risiedeva la famiglia e da un secondo piano, o sottotetto chiamato anche colombaia, dove venivano allevati i colombi, indispensabili alla fertilizzazione dei terreni con la produzione del concime detto “palombina”. In seguito, essendo molte di esse state erette all’imbocco di valli e vie di accesso, assumeranno la valenza difensiva con la funzione di torri di guardia, di avvistamento e segnalazione di eventuali incursioni nemiche.

La coltivazione e la raccolta del tartufo è un’altra attività che qui viene ancora svolta ed il paese di Montefortino era già citato e rinomato nel 1500 come attestato in documenti dell’epoca. Il clima è il tipico di media montagna, le estati sono miti e solo alcune giornate possono risultare particolarmente calde ed afose, gli inverni invece offrono precipitazioni per lo più nevose e le temperature possono scendere facilmente anche al di sotto dello zero.

Montefortino è frequentata tutto l’anno da escursionisti, amanti della montagna e non solo in quanto offre innumerevoli sentieri che possono essere percorsi a piedi, a cavallo, in mountain bike o con le ciaspole durante il periodo invernale. Per i veri appassionati di alta montagna da qui passa il Grande Anello dei Sibillini, un percorso di 120 km che in 9 giorni di cammino attraversa l’intera catena dei Monti Sibillini. Altre importanti attrattive di interesse naturalistico sono le spettacolari Gole dell’Infernaccio, scavate dalle acque del fiume Tenna ed arricchite da numerose cascate, oltre all’Eremo di San Leonardo totalmente ricostruito da Padre Pietro Lavini.

Montefortino è inoltre meta di pellegrinaggi religiosi al Santuario della Madonna dell’Ambro, il più antico della Regione Marche ed il secondo più visitato dopo Loreto, denominato anche la “Piccola Lourdes dei Sibillini”. Il Comune vanta inoltre un ricco ed importante patrimonio artistico di opere d’arte custodite all’interno di Palazzo Leopardi che ospita la Pinacoteca Civica Fortunato Duranti, il Museo Diocesano di Arte Sacra ed il Museo Faunistico dei Sibillini.

La vasta scelta di prodotti di cui il territorio è ricco, permette al turista di trovare e degustare frutti della terra e del sottobosco di straordinaria bontà e di effettuare uno fantastico viaggio culinario alla scoperta delle tradizioni locali.

Abitanti: Montefortinesi

Patrono: San Michele Arcangelo (29 di Settembre)

Patrono del paese di Montefortino: San Martino (11 di Novembre)

Sagra a Montefortino: Festival del Tartufo “Vero” (2° domenica di Febbraio)

Sagra a Cerretana: Sagra de li Strozzapreti a la Norcina (Agosto)

Feste al Santuario della Madonna dell’Ambro: Festa dell’Assunta (15 di Agosto)

Sagra a Montefortino: Sagra della Cucciola, nome dialettale della lumaca (1° domenica di Settembre)

Sagra a Montefortino: Sagra d’Autunno (a Novembre)

Prodotti Locali: Tartufi bianchi e neri, Funghi Porcini, Funghi Prataioli, Funghi Russole. Patate, Fagioli, Olive all’ascolana, Caciotte, Pecorino, Mostaccioli (dolci tipici), Salumi, Cacciagione, Vino cotto, Cinghiale, Agnello, Cucciole (Lumache) Trota.

Animali: Aquila, Gheppio, Falco Pellegrino, Allocco, Lupo Appenninico, Cinghiale, Gatto selvatico, Capriolo, Volpe, Tasso, Puzzola, Donnola, Faina, Lontra, Nutria, Camoscio, Orso Marsicano, Istrice, Ghiro, Riccio, Lepre, Scoiattolo, Gufo Reale, Poiana, Barbagianni, Civetta.

Coordinate GPS: 42°56’35″N 13°20’34″E

Info Box

Via Roma 21, 63044 Montefortino
Tel: +39.0736/85.91.01
http://www.montefortino.com

Share This