Montegallo> Itinerario sul Sentiero delle Cacce

Descrizione

Ubicazione: Valico delle Pescolle – Propezzano di Montegallo (AP)

Lunghezza del Percorso: circa 14 km (Andata e Ritorno)

Altitudine: da mt. 1.032 a 1.150 s.l.m.

Difficoltà del percorso:   Impegnativo – Per la lunghezza del percorso

Durata del Percorso: 5 h circa  

Periodo Consigliato: da Aprile a Novembre. In caso di neve si possono usare le ciaspole

Itinerario: Il percorso inizia dalla località “Pescolle“, un valico posto vicino a Propezzano che si snoda lungo il crinale che fa da confine tra il territorio di Montemonaco a nord e quello di Montegallo a sud. Seguendo in gran parte lo stesso percorso dell’Acquedotto del Vettore, si attraversano soprattutto boschi latifogli fino a raggiungere il Monte Oialona aprendosi poi sui prati per raggiunge la chiesa di S. Maria in Pantano e da qui prosegue per la frazione Colle e Casale Nuovo.

E’ un sentiero facile per via dell’irrisorio dislivello, adatto quindi per escursioni familiari, scolastiche, nonché naturalistiche prestando però attenzione alla distanza non comunque breve. Per questo motivo viene classificato di tipo “Impegnativo” se viene effettuato in andata e ritorno, mentre di tipo “facile” se viene effettuato solo in andata o solo in ritorno. Oltre ad essere molto bello panoramicamente, il sentiero presenta una varietà molto ampia di essenze arboree tra cui orchidee che sorgono spontaneamente e arbusti di interesse sia per naturalisti che per alunni, tanto da meritare il titolo di aula verde all’aperto.

Perché si chiama “Sentiero delle cacce“? Il suo nome deriva dalle piccole “casette” in pietra che si incontrano lungo il percorso. Prima dell’istituzione del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, venivano utilizzate per la caccia ai colombacci. Anche questo è un elemento che rende molto interessante il sentiero.

Dal Valico Pescolle si trovano le indicazioni che portano a Colle o Santa Maria in Pantano. Durante il percorso, incontrerete 4 bivi.

Al primo, bisogna seguire il sentiero di destra (quello di sinistra porta al borgo di Pistrino).

Al secondo, in prossimità del Monte Termine, bisogna proseguire per il sentiero centrale (quello di destra, termina dopo qualche centinaia di metri ed arriva sulla strada per Vallegrascia di Montemonaco, mentre quello di sinistra porta nuovamente Pistrino.

Al terzo bivio, sul Monte Oialona, bisogna proseguire verso destra (quello di sinistra vi porta a Castro).

All’ultimo bivio avete due scelte: prendendo il sentiero di sinistra scenderete alla frazione di Casale Nuovo, oppure seguire per quello di Santa Maria in Pantano. Entrambi i sentieri si possono percorrere “ad anello” oppure andando e ritornando dallo stesso.

Non troverete nessuna segnalazione sul sentiero se non all’ultimo in quanto vi troverete sul sentiero del Grande Anello dei Sibillini. Non ci sono pericoli di perdersi poiché in ogni caso si raggiunge un centro abitato. Consigliamo di premunirsi di una cartina del territorio ad alta risoluzione ove vi sarà più semplice seguire la rotta e di scorta di acqua poiché non vi sono punti per dissetarsi se non alla fonte Santa di Santa Maria in Pantano.

Scarica il Percorso in .Pdf:

Registrazione

  • Lunghezza minima dei caratteri 8

Login

Effettua il login per scaricare i File!
Non sei registrato? REGISTRATI ORA.

Accesso utente


SibilliniWeb.it fornisce le tracce GPS dei percorsi in forma gratuita. Potrebbero esserci delle discordanze rispetto al reale percorso pertanto, in nessun caso ci si deve affidare solo ed esclusibamente a dispositivi GPS. Tutte le tratte proposte si sviluppano su percorsi segnalati e/o con tracce evidenti del passaggio. SibilliniWeb.it declina ogni responsabilità per i danni che l’uso di tali dati possono arrecare. In caso di differenze sostanziali, potete segnalarci a mezzo email eventuali variazioni ed allegarci la vostra traccia registrata.
Ogni riproduzione del nostro materiale è consentita solo ed esclusivamente a seguito di richiesta scritta e ricezione di apposita autorizzazione da parte nostra.

Visualizza Mappa

Pin It on Pinterest

Share This