fbpx

Amandola> Chiesa di San Francesco (XIV°sec.)

Descrizione

In Largo Leopardi, nel cuore del Comune di Amandola, si trova la Chiesa di San Francesco che venne costruita, come attestato da un documento dell’epoca, tra il 1313 e il 1352 sul sito del primitivo insediamento dei frati francescani del 1215, che in origine si chiamava Santa Maria Sterparia, che aveva annesso anche il convento.

Nel 1430 venne completata la costruzione della facciata in stile romanico con inserti gotici di particolare interesse e bellezza. Nella prima metà del XVII sec. il convento e la chiesa subirono un importante intervento restaurativo e di ammodernamento che riguardò anche il campanile, il quale venne rimaneggiato adeguandolo al gusto barocco e che portò alla trasformazione del pinnacolo di coronamento. Con l’avvento della soppressione napoleonica del 1810 la costruzione delle volte di copertura che fu avviata all’inizio del XIX sec. si interruppe, per venire poi completata nel 1843.

Con la legge del 7 luglio del 1866 il nuovo Stato Italiano, che si era da poco creato, ordinò di sopprimere tutti gli Ordini e le Corporazioni religiose acquisendo di conseguenza i beni e le proprietà di loro appartenenza. Il complesso conventuale venne quindi adibito a scuola ed uffici pubblici. A seguito del terremoto che qui si è verificato nel settembre del 1997, la chiesa il convento ed il chiostro subirono lesioni diffuse, aperture delle pareti perimetrali, distacco di intonaco ed altri numerosi danni che negli anni seguenti furono riparati. La chiesa si presenta a pianta rettangolare ed a unica navata con abside poligonale, custodisce un maestoso altare ligneo scolpito nel 1653 e decorato da Giovanni Palocci.

Nell’abside, sopra l’altare maggiore, è possibile ammirare un Cristo ligneo Trionfante della fine del 1200 che si trovava nella Chiesa dei Santi Vincenzo ed Anastasio. La Cappella dell’Annunciazione, situata sul lato destro del presbiterio e che si trova nella base della torre campanaria, conserva un ciclo di affreschi della seconda metà del XV sec. che rappresentano, oltre all’Annunciazione, una Crocifissione, una teoria di Santi ed i quattro evangelisti raffigurati sulla volta a crociera.

A lato dell’ingresso della cappella è posta una lapide in onore di Padre Andrea Ascenziani che, nel 1623, fece eseguire importanti restauri relativi al pavimento, alla facciata ed alle sepolture della chiesa.

Info Box

Largo Leopardi – Amandola (FM)
Ottieni i Percorsi
Share This